Works
Lorenzo Maria Monti
“Sirio B”

Nella realizzazione delle sue opere l’artista rende complice la sua passione per il mondo della magia e dell’illusionismo, essendo da anni sia prestigiatore che giocoliere.
In qualità di prestigiatore ha negli anni sviluppato un’importante capacità, la manualità, che è stata indubbiamente profittevole nella lavorazione dei polimeri plastici e delle resine utilizzata per la realizzazione di queste ultime opere.

scroll
Sirio B Project

Per dare vita a quest’ultimo progetto e  stata strettamente fondamentale la necessità di una snodabilità delle dita delle mani che è solita, e notevolmente sviluppata, nei prestigiatori e nei pianisti.
Questa dote naturale, unita alla grande pazienza e all’amore per il dettaglio, consente di poter donare all’ opera finita delle linee curve perfette che sarebbero possibili esclusivamente attraverso l’utilizzo di una macchina industriale.
Ogni singola opera è realizzata tramite l’assemblamento di materiale plastico di vario colore, che l’artista seleziona e mescola con grande cura.
Una volta ottenuta la forma voluta, “l’embrione” della sfera viene carteggiato utilizzando carte abrasive di diverso spessore e durezza, grazie alle quali i colori risaltano, sonando sfumature e luminosità all’oggetto.

Sirio B
Sirio B

Per dare vita a quest’ultimo progetto e  stata strettamente fondamentale la necessità di una snodabilità delle dita delle mani che è solita, e notevolmente sviluppata, nei prestigiatori e nei pianisti.
Questa dote naturale, unita alla grande pazienza e all’amore per il dettaglio, consente di poter donare all’ opera finita delle linee curve perfette che sarebbero possibili esclusivamente attraverso l’utilizzo di una macchina industriale.
Ogni singola opera è realizzata tramite l’assemblamento di materiale plastico di vario colore, che l’artista seleziona e mescola con grande cura.
Una volta ottenuta la forma voluta, “l’embrione” della sfera viene carteggiato utilizzando carte abrasive di diverso spessore e durezza, grazie alle quali i colori risaltano, sonando sfumature e luminosità all’oggetto.

Sirio B ProjectSirio B Project

Terminata questa fase, lo step successivo è quello della cottura in forno che dona durezza finale alla sfera.
La peculiarità inoltre di quest’opera è che alcune delle sfere sono state sensibilizzate ai raggi ultravioletti, ossia ottengono una reazione quando vengono esposte alla luce di colore blu o viola.

Di fronte a questa situazione infatti l’opera mostra forme e sfumature in esse presenti, facendo risaltare determinati aspetti e mantenendoli illuminati per una frazione di tempo grazie l’effetto “glow-in-the-dark”.
Lorenzo Maria Monti utilizza questa tecnica per ricreare e appositamente elargire un alone di mistero, all’opera che vuole in qualche modo rievocare il fenomeno solare dell’aurora boreale; evento climatico tipico dello stato dell’Islanda, paese a cui l’artista è strettamente legato.

Guarda anche:

work | “Chiaroveggenza”

LORENZO MARIA MONTI
say hi.

LORENZO
MARIA MONTI

say hi.